I ragazzi si allontanano dalla scuola

I ragazzi si allontanano dalla scuola

Notizie poco rassicuranti da parte delle scuole, infatti è in costante aumento il numero di giovani che decidere di allontanarsi dalla scuola per intraprendere delle strada sbagliate, magari per finire in mezzo alla strada a spacciare droga o in mano a persone poco raccomandabili.

Alcuni sfruttano i ragazzini sotto-pagandoli e portandoli ad eseguire dei lavori pesanti, privandoli della loro spensieratezza.
La fascia di età maggiormente colpita da questo fenomeno è quella tra gli 11 e i 14 anni, l’età più critica che di solito porta il giovane alle scuole secondarie.

Che cosa porta un bambino ad allontanarsi dalla scuola? Sicuramente ci sono delle condizioni che portano il bambino a questa scelta, dai fenomeni di bullismo che sono sempre più costanti, ai problemi di autostima e problematiche a livello emotivo, alla condizione socio culturale della famiglia che spesso ha anche dei problemi economici dietro.

Per annientare il problema è necessario far vivere in maniera serena la realtà scolastica a questi bambini, portandoli ad essere consapevoli delle scelte che fanno.

Questo è il punto di partenza per evitare l’allontanamento dalla scuola, gli istituti si impegnano a collaborare con le famiglie di origine, per offrire delle alternative formative migliori che devono arricchire gli studenti, sul piano sia emotivo che sportivo.
Le istituzioni intervengono a supporto dei ragazzi che vivono in difficoltà e hanno problemi a scuola. La prospettiva è quella di offrire maggiore sostegno a favore degli alunni con problemi di apprendimento, verrà assicurata una presenza di personale qualificato con educatori, assistenti sociali e psicologi che interagiscono con gli alunni.
Inoltre verrà proposto un percorso individuale di gruppo e all’interno della classe, per invogliare i bambini a studiare e a vivere delle esperienze migliori in assoluto. Se siete alla ricerca di vantaggi per la ripresa scolastica di vostro figlio, chiedete agli insegnati e all’istituto di integrarlo in questi percorsi, appositamente creati per sviluppare le capacità migliori mai valutate fino a questo momento.
Fino ad ora il fenomeno apparteneva solo a rari casi, ora le alternative sono diventate un miraggio e la paura di studiare o di non potersi permettere un percorso di questo genere, di certo non aiuta a valutare le occasioni migliori, parlate con i vostri figli e cercate di capire quello che vogliono, solo in questo modo potrete dare un futuro migliore ai bambini che hanno il diritto di sperare nel futuro.
La speranza e che questo esempio venga preso in considerazione dalla maggior parte delle scuole italiane.