Gravidanza quale attività fisica è utile

Caterina Stabile

gravidanza-quale-attivita-fisica-e-utile-95803

Durante la gravidanza è importante non solo mantenere il peso attraverso un regime alimentare sano che bilancia bene i pasti, ma anche dedicarsi con costanza ad un’attività fisica che non deve essere necessariamente uno sport in quanto il movimento è un alleato prezioso per il corpo delle donne in attesa.

L’attività sportiva praticata con costanza nel corso dei mesi della gravidanza, quando le proprie condizioni di salute lo permettono, permette di mantenersi in forma evitando così di andare incontro ad un eccessivo aumento di peso; l’attività fisica nel corso della gestazione assume inoltre un altro valore visto che prepara dal punto di vista fisiologico il corpo alle fatiche del parto che mettono a dura prova la schiena, gli arti, il bacino, la zona pelvica.

Le donne in buona salute possono ritagliarsi del tempo per praticare regolarmente un’attività non violenta con cui affrontare al meglio i mesi di attesa favorendo la distensione dal punto di vista mentale e fisico, questo perché la pratica di un’attività fisica genera prontamente una sensazione di benessere generale a partire dalla liberazione di tossine in eccesso.

Vengono consigliati quei tipi di sport dolci mentre si devono evitare quelli considerati violenti in quanto espongono al rischio di andare incontro a traumi, rientrano in quest’ultima classificazione gli sport di gruppo o da combattimento, ma anche quegli allenamenti incentrati su scosse frequenti e su un eccessivo dispendio di energie.

Lo sport in gravidanza deve essere eseguito con moderazione evitando di stancarsi troppo è bene infatti controllare il tuo ritmo cardiaco e scegliere l’allenamento più adatto alle proprie condizioni. Tra le principali attività sportive consigliate durante la gravidanza ci sono pratiche sportive come ad esempio la marcia e le lunghe camminate in quanto il prolungato movimento nel secondo e nel terzo trimestre giovano agli arti inferiori ed alla circolazione; si suggerisce poi il nuoto, in quanto utile per la schiena, ma anche l’aquagym che migliora la respirazione e potenzia i muscoli.

Piace molto alle donne incinte lo yoga, la cui pratica apporta dei vantaggi per quanto riguarda il controllo della respirazione e la capacità di rilassamento, le sue posizione stimolano poi il rafforzamento del basso bacino e del pavimento pelvico, le aree maggiormente coinvolte al momento del parto; anche una versione dolce del pilates è consigliata durante la gestazione con lo scopo di diminuire alcuni dolori articolari legati alla gravidanza,  aiutando allo stesso tempo a controllare la respirazione.