Gestire il rapporto di coppia dopo la nascita di un figlio

Clarissa Cusimano

Con la nascita di un figlio si ha meno tempo e ci si sente più stressati. Per questo bisogna imparare a gestire al meglio il rapporto di coppia con il proprio marito

Anche se i figli hanno bisogno di tempo e di energie, non bisogna trascurare i propri doveri coniugali, dimenticando completamente il partner

rapporto di coppiaLa nascita di un figlio è un avvenimento positivo, che però può sconvolgere negativamente la vita di coppia. Per questo motivo è bene cercare di preservare il benessere che si era creato fino al periodo della gravidanza, riuscendo a gestire sia il tempo destinato ai figli che quello da dedicare completamente al marito o al compagno.

Intanto ogni madre e moglie deve cercare di essere felice con se stessa, per poter trasmettere tranquillità ai membri della sua famiglia, quindi un caffè una volta a settimana con le amiche o un parrucchiere per essere sempre curata sono pratiche assolutamente indispensabili. Dopo il parto le mamme tendono ad essere molto stressate e irritate; devono però cercare di non lamentarsi di tutto continuamente e di rendere partecipe il marito delle faccende e degli avvenimenti domestici senza essere inutilmente petulanti.

Una baby sitter può aiutare in momenti di stallo, e non si deve aver paura di adoperarla nel caso si volesse andare a cena fuori con il proprio compagno oppure al cinema. Durante le giornate, invece, un messaggio tenero inviato mentre lui è in ufficio oppure un bigliettino nascosto nel taschino della giacca possono aiutare a mantenere viva la fiamma. Nel caso in cui si fosse ottime cuoche, la preparazione del piatto preferito di lui può farlo sentire apprezzato.

Rispetto ai primi mesi di matrimonio le cose sono sicuramente cambiate, è difficile adesso organizzare viaggi, grandi sorprese o apparire sempre con un look impeccabile: le mamme vanno sempre di corsa. Un completino sexy indossato quando lui meno se l’aspetta può farlo sentire ancora al centro dell’attenzione. Gli uomini non necessitano di grandi sorprese per le quali si è spesa una lunga preparazione, basta stupirli in pochi minuti e con gesti misurati che non tolgono assolutamente tempo ai figli.