Fecondazione eterologa: Approvata dalla legge

Fecondazione eterologa: Approvata dalla legge

Cade ufficialmente il divieto di utilizzare la fecondazione eterologa, la conferma arriva dalla Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittima la norma relativa alla legge 40 del 2004, fino ad ora attiva in Italia e pronta a bloccare l’utilizzo di un seme di un donatore esterno alla fecondazione.

In diverse occasioni il Tribunale di Milano aveva dimostrato la sua perplessità in merito all’argomento, poi Catania e Firenze si sono aggiunte alla lista. Finalmente dopo una dura lotta, tutte le coppie che desiderano percorrere la strada della fecondazione assistita, potranno optare per la scelta del seme di un donatore esterno, quindi di un estraneo.
La legge è stata discussa diverso tempo e non ha mai convinto la popolazione italiane e nemmeno le istituzioni. Le coppie che fino ad oggi desideravano avere una fecondazione eterologa, si sentivano rispondere che il divieto in Italia non approvava questa pratica.

Peccato che la legge prevede dei casi eccezionali, per esempio non è disponibile per le coppie fertili ma portatrici di malattie genetiche.

Non è nemmeno permessa la fecondazione assista per i single e le coppie dello stesso sesso, che attualmente devono raggiungere la Francia per ottenere il trattamento ricercato.
La popolazione italiana vuole schierarsi ancora con udienze alla Corte Costituzionale, che dovrà affermare queste dichiarazioni. Secondo il Ministro della Salute non è una questione che si può gestire in maniera amministrativa, serve una maggiore condivisione a livello parlamentare.
Per il momento la Corte decide di prendere la decisione di abbattere questo divieto, dopo l’ennesimo ricorso portato davanti al giudice da una coppia di Catania a cui era stata negata questa possibilità. Il medico della coppia è lieto di aver ottenuto questo risultato, dichiarando di essere orgoglioso di poter aiutare per sempre tutte le coppie italiane che soffrono di infertilità e hanno bisogno dell’aiuto medico.
Basta mandare italiani all’esterno, anche la nostra nazione deve essere aperta alla fecondazione eterologa, che ne pensate?