Disturbi del sonno nei bambini

Davide De Rose

Molte persone soffrono di disturbi del sonno ma non se ne rendono conto attribuendo le proprie  difficoltà di addormentarsi allo stress o all’ansia.  Tuttavia non  solo le pressioni da lavoro, lo stress e l’ansietà inducono ad un disturbo del sonno  ma ci sono altri fattori come, come stato d’animo o problemi comportamentali, assunzione di cibo nelle ore immediatamente precedenti al ​​sonno, ecc. Recenti studi mostrano che i bambini hanno le stesse probabilità di avere problemi nel prendere sonno anche se le ragioni non sono esattamente le stesse. Il problema maggiore è che la mancanza di sonno può causare un problema più grave del dormire:l’obesità. Recenti studi hanno dimostrato che i bambini di età inferiore ai sei anni possono avere difficoltà ad addormentarsi. Lo studio è stato effettuato perchè da alcune statistiche è emerso  che  i bambini hanno sempre meno sonno.I risultati hanno mostrato che i bambini che guardano alcuni tipi di spettacoli televisivi, in particolare scene violente, hanno  difficoltà ad addormentarsi. L’indagine ha evidenziato che le difficoltà per il bambino di addormentarsi aumenta se anche l’esposizione del bambino davanta alla TV aumenta.

In alcuni casi i bambimi sovraesposti a scene violente si svegliano frequentemente nel cuore della notte.

I problemi relativi all’esposizione a scene violente non scompaiono se il bambino non guarda direttamente il televisore.
Secondo la ricerca, problemi di sonno possono apparire anche se il bambino non è direttamente esposto ovvero basta solo che il televisore si acceso ed il bambino ascolti le scene  di una trasmissione violenta.
Tuttavia, la ricerca ha anche rilevato che i rischi, in tale caso, sono inferiori a quelli di visione diretta.

Lo studio ha anche  correlato il sonno dei bambini e l’Indice di Massa Corporea (BMI) in età scolare.

I risultati dimostrano che i bambini che dormono poco sono a rischio obesità.

Nello studio non sono state prese in considerazione fattori come la genetica, l’ambiente, il sesso, la razza e l’istruzione al fine di garantire la bontà dei risultati.

I risultati hanno mostrato che il BMI del bambino diminuisce all’aumentare delle ore di sonno, anche se potrebbero esserci altre variabili non sono state prese in  fase  di rilevazione dei dati

Le variabili non prese in considerazione e che possono portare disturbi del sonno sono ad esempio la personalità e la mancanza di attività fisica.

Nel caso in cui il vostro bambino abbia disturbi di sonno contattate sempre il vostro pediatra.

fonte:
http://kurtisrivers.articlealley.com/the-sleep-of-children-and-how-they-are-affected-1477153.html

foto di Raúl A.