Come tagliare le unghie al bebè

Clarissa Cusimano

Le unghie del bebè possono rappresentare delle vere e proprie piccole armi, che il neonato può usare contro di sé o contro gli altri che lo circondano e che lo toccano.

Per questo motivo è bene curarsi anche della cura delle sue manine, in modo da rendere tutto sicuro e adatto alle sue esigenze.

unghie bebè neonatoPer tagliare le unghie del neonato, se si tratta della prima volta e non sapete come svolgere l’attività, bisogna in primo luogo procurarsi delle forbicine dalla punta arrotondata e una lima in cartone, entrambe reperibili presso i negozi che vendono prodotti prenatali e per neonati, ma anche nei principali negozi d’estetica.

Prima di tagliare le unghie al vostro bebè è assolutamente necessario creare un’atmosfera ideale per l’attività, che faccia rilassare il bambino e lo porti a non essere nervoso.

Servirvi di un’altra persona che lo distragga mentre gli tagliate le unghie può essere una scelta intelligente, in quanto impedirete al bambino di piangere, di stringere i pugni, di spaventarsi o peggio di muoversi troppo, venendo graffiato dalle forbicine.

Procedete con il taglio delle unghie, magari, quando il bebè si è addormentato ed è entrato nella fase zen, momento in cui il sonno è più pesante ed è davvero difficile si svegli a causa di una pressione davvero minima come il taglio delle unghie. Dopo averle tagliate con delicatezza e in maniera più o meno simmetrica, occupatevi di limarle, non per estetica, ma soltanto per evitare siano dotate di punte con le quali il bebè potrebbe graffiarsi.