Calza Befana fai da te 2016: come realizzarle con materiali di riciclo

Valeria Iavarone

Calza Befana fai da te 2016: come realizzarle con materiali di riciclo

Realizzare una calza per la Befana fai da te rende il regalo non solo più amorevole ma anche meno costoso.

Riciclare vecchi maglioni, la carta da regalo o dei jeans vecchi vi permetterà di realizzare una calza unica, simbolo di amore verso la persona cui fate il pensiero.

Calza della Befana 2016 con carta da regalo

Con la carta da regalo

In seguito ai tanti regali di Natale, la carta da regalo sicuramente straborderà dai cassetti di ognuno di noi. Per realizzare una calza della Befana con questo materiale vi occorrano solo dei vecchi polsi per rifinire i bordi e della colla a caldo. Disegnate o stampare la forma della calza della grandezza che desiderate. Disegnate il contorno della calza sulla carta regalo e ritagliatela. Avendo cura di tagliarne 2 cm in più rispetto alla sagoma, incollate poi i lembi. Nella parte superiore aggiungete il polsino del maglione così da rifinire il bordo.

Calza della Befana 2016 con vecchi maglioni fai da te

Con vecchi maglioni

Stesso discorso vale per i vecchi maglioni. Se avete un maglione da buttare colorato e caldo, usatelo per creare la calza. Seguite lo stesso procedimento per la realizzazione con la carta regalo, solo che la posto di incollare i bordi dei due lembi dovrete cucirli con ago e filo. Potete personalizzare ulteriormente la calza con dei bottoni, perline, borchie e nastrini.

Calze Befana 2016 Materiali di riciclo fai da te

Un’idea originale

Un’idea originale, è quella di creare una calza che crescerà negli anni. Perfetto regalo dei genitori per i propri figli. In pratica si parte da un calzino, e negli anni si allunga così come il bambino cresce. Ad esempio se si regala il calzino ad un bambino di 6 anni, la calza avrà cinque aggiunte oltre alla base da cui si parte. Basterà semplicemente aggiungere piccole parti di calza una dopo l’altra unendole con ago e filo anno dopo anno, così che la lunghezza cresca proporzionalmente al passare del tempo.