Eccellenze Italiane dell’artigianato nell’industria della moda

Marco Quintieri

L’Italia è da tempo immemore la patria della bellezza, artistica, letteraria, architettonica. Tra i tanti esempi di eccellenza del Bel Paese non si può non pensare alle grandi firme del mondo della moda, da Fendi a Prada, dalle sorelle Fontana a Ferragamo.

La storia dell’artigianato Italiano improntato verso la produzione di capi sartoriali di alta qualità affonda le sue radici in secoli lontani, negli antichi mestieri sorti durante il Medioevo nelle maggiori città italiane come Firenze, Bologna, Mantova dove gli artigiani si riunivano sotto le insegne delle arti, dall’arte dei Calimala a quella dei Tintori a quella della Lana e molte altre.

L’artigianato di qualità

Oggi sono molte le aziende artigianali indipendenti che portano lustro al Bel Paese con prodotti per il mondo della moda di grande qualità, sfruttando materiali e tecnologie continuamente rivisti e rinnovati.

Tra i marchi da ricordare troviamo aziende come Falconeri, specializzato nella produzione di abbigliamento in cachemere e filati di elevatissima qualità. Dal 1988 ad oggi questa azienda ha portato in alto lo stendardo del Made in Italy: la lavorazione del prodotto di alta qualità e la cura del prodotto dal bozzetto alle rifiniture finali, interamente realizzati nello stabilimento di Avio (Treviso), sono un esempio di grande eccellenza e di continua innovazione della lunga tradizione artigianale nel campo dei filati.

Nel panorama dell’artigianato d’eccellenza non si può non ricordare Brioni, primo marchio al mondo a proporre nel lontano 1952 una sfilata maschile durante Pitti Immagine. Gli abiti di sartoria di Brioni sono celebri in tutto il mondo e da sempre apprezzati da personaggi celebri del mondo dello spettacolo e della politica. L’azienda porta avanti nei suoi capi una efficacissima conciliazione tra la tradizione dell’artigianato di alta qualità e l’innovazione continua, con uno sguardo aperto al panorama internazionale.

Investire nel mondo della moda di alta qualità

In Italia, l’artigianato porta con sé numeri molto importanti: l’artigianato copre circa il 23.4% delle aziende censite, impiegando circa 3 milioni di persone. Molte realtà si sono sviluppate anche negli ultimi anni in cui la crisi economica, drammaticamente rilevante nel nostro paese, ha spinto molte persone ha creare una rete di piccole aziende artigianali, con pochi dipendenti per lo più altamente specializzati. Queste piccole realtà artigianali hanno però strizzato l’occhio all’innovazione, sfruttando la vetrina internet con lo sviluppo di e-commerce e siti online in cui promuovere la propria unicità.

Inutile dire che non ci si improvvisa artigiani né imprenditori, soprattutto nel campo della moda. La concorrenza in questo settore è più che mai spietata e solo studi mirati e professionalizzanti, oltre alla passione e alla voglia di crescere a livello lavorativo, possono portare al successo.

Punto di riferimento per chiunque si avvicini al mondo dell’artigianato è sicuramente Confartigianato, presente in tutte le città con sedi locali e con un portale internet sempre aggiornato e molto utile. Qui potrete trovare corsi professionali, informazioni utili e sgravi fiscali per avvicinarsi alla realtà dell’artigiano. Negli ultimi anni, le politiche lavorative hanno inoltre introdotto molte agevolazioni per finanziare e dare sostegno all’imprenditoria giovanile e femminile: sui portali di Confartigianato e Confindustria potrete trovare recapiti utili sui punti di riferimento presenti sul vostro territorio.

Per aprire un’azienda artigiana di successo, soprattutto nel campo del tessile e della moda, è fondamentale investire su:

  • Prodotti di qualità, come filati e tessuti di alta qualità, in modo da garantire un prodotto finale di livello superiore alla concorrenza
  • Contatto diretto con aziende specializzate nel settore per la fornitura di elementi quali etichette, stampe e targhette personalizzate
  • Continua innovazione, sia nelle tecnologie utilizzate che nei modelli proposti
  • Corsi di formazione e di specializzazione, tenuti da maestri artigiani del vostro settore di riferimento. Sapranno darvi consigli e guardare con occhio esperto al vostro lavoro
  • Sguardo internazionale, fondamentale per non confinare la vostra azienda ad un provincialismo soffocante. Sono molte le celebri aziende di moda nate da piccoli laboratori artigianali: puntare in alto, con un’ottica ampia e vedute larghe, è sicuramente una marcia in più per raggiungere il successo.

Gli artigiani sono da sempre la colonna portante dell’economia del nostro paese, i maestri che hanno dato lustro all’Italia nel mondo della moda e non solo. Scegliere di diventare artigiano è dunque una responsabilità ed un grande onore, che porterà sicuramente sacrifici, ma anche grandi soddisfazioni.

Gallerie Foto