Questo Natale, trova un attimo

Mariella D'Ippolito

TEMPO: Trova un attimo

"Cosa indosserò per Natale, cosa dovrò cucinare, quando troverò il tempo per fare la spesa e soprattutto, i miei amati ospiti, gradiranno tutto ciò che, con grande amore, ho realizzato per loro?" E ancora. "I regali! Ne mancano ancora 3 o 4,  ma non ho la più pallida idea di cosa acquistare e dove andare per trarne spunto!" E così, anche il periodo Natalizio lo trascorriamo con la stessa frenesia, tipica di tutti i giorni dell' anno, di tutti quei giorni in cui più volte abbiamo desiderato, non un soggiorno, bensì un "ricovero" in una spa, per ristorarci e riprendere fiato ed energia. E poi? E poi succede che ci accorgiamo che tutto ciò che avremmo desiderato non era altro che vivere, respirare, lasciarsi avvolgere da quello spirito Natalizio, che ci induce quella sensazione di benessere e che ci fa pensare che "la vita è bella".

Ci accorgiamo che la magia del Natale non appartiene solo ai bambini e che se cosi è, allora anche a noi piace ritornare tali. Le musiche, il riunirsi con i familiari, talvolta residenti lontano, o la semplice giocata a tombola, potranno apparire banali e oramai "cose superate", ma che per il periodo che durano ci infondono calma, ci rilassano, ci lavano la mente da qualsiasi pensiero…e proprio come i bambini, come cantava Povia in una nota canzone "…voglio tornare a fare oh…." In tanti tutto ciò lo dimentichiamo, troppo spesso.

Le tensioni, hanno sempre il sopravvento e quindi ci ritroviamo a ricordare, un periodo o un momento che doveva essere il più importante della nostra vita, come il più stressante, senza esserci accorti che lì, si, proprio accanto a noi, c' era una persona che gioiva e che avrebbe voluto riflettere quella magia anche nei nostri occhi. "Metà giugno, vedete non ricordo neanche la data precisa, mi figlia supera gli esami di primina, per passare direttamente alla seconda elementare. I giorni, precedenti, fino al giorno stesso ero cosi tesa da non ricordare gli occhi del mio amore, subito dopo l' esame, sorridere di gioia… non fosse altro perchè finalmente anche lei andava in vacanza! Settembre: primo giorno di scuola. Tanta emozione ma, anche quel giorno, la preoccupazione di una mamma che pensa: " Si troverà bene, avrà delle brave maestre, le nuove compagne le vorranno bene?", ha il sopravvento.

Per questo motivo, mi piacerebbe rivivere questi due momenti concatenanti, per poter, trovare un attimo per riflettere, in tempo utile, che si vive una sola volta e che in dietro non si torna mai, nel bene e nel male. Le gioie che un figlio può dare, non ha senso neanche numerarle, tanto sono infinite….ma quante di quelle gioie le ricordiamo perchè vissute con magia, perchè le abbiamo dedicato il tempo necessario per renderle speciali e tali da essere ricordate senza rimorso alcuno.

L'anno 2013 è giunto oramai al capolinea. Auguro che, nell' anno 2014, tutti i giorni possano essere magici come il Natale, ma soprattutto che tutti possano dedicare tempo alle cose che più amano, anche un solo attimo.

 

Trova un attimo
Tempo
#trovaunattimo

Articolo sponsorizzato