Tagli di capelli vintage 2017: La reinterpretazione di hairlook dal fascino senza tempo

Caterina Stabile

Tagli di capelli vintage 2017: La reinterpretazione di hairlook dal fascino senza tempo

La moda vintage anche nell’hairstyle continua a far sentire la propria risonanza attraverso la continua riproposizione di tagli di capelli intramontabili, quelli che le donne moderne sfoggiano ispirandosi alle icone del passato che hanno contribuito a decretarne il successo conferendogli un fascino senza tempo.

Sono davvero diversi gli hairlook dal sapore d’antan che vengono reinterpretati con qualche accezione moderna ancora oggi  a partire dai tagli androgeni tornati di gran voga nelle ultime stagioni sulla scia della riscoperta dello stile mannish.

 

 

Tra i tagli di capelli da donna dalle lunghezze short che meglio interpretano lo stile garçonne di matrice anni ’20-’30 il pixie cut, il taglio a scodella ed il bob ultra corto nei diversi decenni sono stati declinati in diverse lunghezze, colorazioni accompagnandosi a ciuffi rebel e frange bombate oppure sfilate.

Moda capelli inverno 2017 lunghi lisci anni 70

Sul fronte dei tagli di capelli lunghi sono invece autoritari gli anni ’70 che hanno tramandato il mood messy ed easy tipico della cultura hippie, i capelli da figli dei fiori sono tornati protagonisti dell’hairstyle proponendo delle soluzioni extra long dal taglio leggermente scalato sul davanti in associazione ad una riga centrale non troppo ordinata, la texture è un’altra componente essenziale per ricreare lo stile hippie sui capelli, in questo caso bisogna sfoggiare capelli mossi oppure delle onde morbide dall’apsetto il più possibile naturale.

Pettinatura capelli biondi stile-vintage 2016-2017 autunno inverno

Anche i tagli di capelli di lunghezza media guardano da sempre alla moda degli anni passati e tra le idee che ancora oggi affermano la loro carica fashion bisogna segnalare il taglio soviet che si caratterizza per la sua praticità puntando su una lunghezza facile da gestire in abbinamento ad onde corpose che si estendono su tutta la lunghezza che conferiscono un sapore d’altri tempi rivelando una personalità di carattere; anche il taglio bohémien nonostante la sua classicità è ancora oggi molto apprezzato dalle donne, si tratta del taglio alla paggio molto diffuso tra gli anni ’50 e ’60  successivamente riproposto nella versione più voluminosa per conferire tridimensionalità ed un allure più femminile. Nelle ultime stagioni si è assistito al restyling del taglio shag di moda negli anni ’70-’80, questo taglio medio-lungo che sfiora appena le spalle rivela la sua anima rock grazie al dinamismo sulle ciocche conferito dal suo perimetro percorso da marcate scalature ed una frangia bombata per un effetto spettinato grintoso.

Gallerie Foto