Tagli capelli riga in mezzo laterale

Caterina Stabile

tagli-capelli-riga-in-mezzo-laterale, acconciature riga al centro, pettinature riga laterale

Tagli capelli riga in mezzo laterale. Molte donne spesso si chiedono se le doni di più la riga in mezzo o la riga di lato? Comunque, la scelta della riga dipende da molti fattori: il tipo di capelli, i lineamenti, la forma del viso, le dimensioni del naso. Si può realizzare un tipo di linea differente da quella naturale, ma bisogna tener conto di alcuni elementi fondamentali, primi tra tutti: la forma dell’ovale del viso ed il tipo di capelli.

Chi ha il viso ovale e regolare può optare per entrambe le divisioni; chi ha il viso rotondo deve evitare la riga in mezzo perché rende troppo tondeggiante il volto; mentre chi ha il viso a cuore potrà scegliere la riga laterale per non mettere in evidenza il mento, lo stesso vale per un viso allungato o quadrato. La riga in mezzo tende ad enfatizzare i lineamenti e per questo è più adatta a chi ha un viso regolare, con lineamenti proporzionati; chi, invece, non ha dei lineamenti perfetti può scegliere la riga di lato, che addolcisce le espressioni del viso.

Inoltre, secondo i più prestigiosi parrucchieri, il naso è fondamentale nella scelta della riga dei capelli: per un naso importante è fondamentale scegliere la riga laterale. La riga in mezzo concentre l’attenzione sul naso e rischia di farlo apparire ancora più grande. Se una donna ha un naso normale e lo si osserva attentamente si noterà che è leggermente orientato verso destra o verso sinistra, che può essere sfruttato per scegliere il lato della divisione: se si ha un naso verso destra, meglio optare per la riga a sinistra; al contrario, è meglio la riga a destra se il naso punta verso sinistra.

La riga laterale, inoltre, è adatta quando si hanno i capelli lisci, e va tracciata in modo da creare un ciuffo o una frangia lunga portata di lato. Se la chioma è mossa ed ha volumi “big”, meglio fare attenzione: meglio sfoggiarla solo se si vuole ottenere un effetto asimmetrico, ma la riga non dovrà mai essere bassa. Per fare la riga laterale bisogna pettinare all’indietro i capelli, a seconda che si voglia disegnare una scriminatura più alta o più bassa, si dovrà partire dall’inizio o da metà sopracciglio. La riga tracciata non deve essere pefettamente perpendicolare alla testa ma all’attaccatura dei capelli e quindi si allontanerà o avvicinerà al centro del capo.

[adsenseyu2]

La riga al centro è l’ideale per chi ha acconciature mosse e voluminose che consentono di non lasciare una massa eccessiva di capelli solo da un lato. Sui capelli lisci e sottili, la divisione al centro rischia di creare un effetto a spiovente. Il modo più semplice per realizzarla è assecondare la scriminatura naturale: pettinare i capelli all’indietro e lasciarli ricadere: si creerà alla sommità del capo una divisione che andrà definita utilizzando un pettine a denti larghi, il punto di riferimento per tracciarla dritta è l’incavo del naso.

Anche per la riga dei capelli ci sono delle interpretazioni psicologiche, secondo le quali se si sceglie una riga laterale a sinistra, la personalità viene percepita da chi ti guarda come intelligente, affidabile, determinata; ma si rischia di sembrare un po’ mascolina. Se invece si porta la riga laterale a destra, la donna verrà vista come molto femminile, sensibile ed altruista.. Chi invece ha la riga in mezzo viene percepita come equilibrata, e saggia, ma a volte troppo impenetrabile.

Gallerie Foto