Tagli capelli autunno inverno 2015-2016: le interpretazioni del middle cut 

Caterina Stabile

Tagli capelli autunno inverno 2015-2016: le interpretazioni del middle cut 

 

I capelli sono sempre più al centro dell’attenzione delle donne che cercano di rinnovare il proprio look scegliendo degli hairlook che si fanno interpreti dei principali trend stagionali seguendo i suggerimenti degli hair stylist.

Tra i tagli evergreen capaci di rinnovarsi stagione dopo stagione il bob si apre a diverse declinazioni fashion nel corso della stagione autunno inverno 2015-2016, investendo su volumi nuovo e contaminazioni con influenze di diverso genere.

 

 

Tra le versioni più interessanti del taglio medio-corto non passa inosservato il bob con lunghezza uguale nella zona della nuca e delle ciocche frontali, mentre la parte laterale risulta più lunga; si può optare poi per delle linee eleganti dando forma ad un lineare carré à plomb; le più giovani possono sperimentare un hairlook più dinamico con ciocche scomposte e punte diritte oppure scegliendo un taglio scalato da portare con punte spettinate; si conferma di tendenza anche il carré più lungo dall’effetto messy; tra tra le tante proposizioni si può puntare su un look più audace che prende le forme di un doppio bob con parte che segue la linea del mento collegando nuca e ciuffo caratterizzata da un morbido volume mentre nella zona delle le tempie si delinea un più evidente grafismo che termina sopra le orecchie.

Per quanto riguarda il colore uno dei diktat più forti invita a puntare su delle sfumature naturali con riflessi leggermente schiariti creando degli  effetti sfumati sorprendenti che si concentrano soprattutto sulle punte.

Tagli di capelli Ob Shag 2016 autunno inverno

Taglio geometrico d’ispirazione anni ’60

Tra i tagli più trendy della stagione autunno inverno 2015-2016 viene suggerito l’Ob Shag, ovvero un bob molto sfilato sui lati, ossia un bob in versione shag; questo styling mescola insieme l’audacia rock ed una vena sofisticata particolarmente femminile tipica del carrè. Si parte da un taglio alquanto geometrico d’ispirazione anni ’60 che riprende del taglio shag la gradualità delle scalature e la collocazione del volume al centro testa alla nuca, l’hairlook diventa più contemporaneo attraverso la valorizzazione di un effetto spettinato dinamico. Per ottenere un perfetto Ob Shag si interviene su tutti i contorni rendendoli pari nell’area nuca e sopra servendosi di specifiche a tecnologia giapponese, ci si concentra poi nella parte posteriore per creare delle scalature soffici ed infine si scalano le ciocche che compongono il ciuffo frontale che deve apparire a lancia, con la cui punta centrale che arriva ad altezza mento.

Gallerie Foto