Pettinature retrò

Caterina Stabile

pettinature-retro,come fare pettinature anni 40 50 60

Pettinature retrò. La moda contemporanea guarda spesso al passato per trovare le giuste ispirazioni, anche lo styling nelle ultime stagioni è sempre più suggestionato dallo stile retrò e dalle acconciature vintage. Molte donne hanno riscoperto il fascino dei Victory rolls, i famosi ricci protagonisti delle pettinature in voga negli anni ’40, ma che negli anni ‘50 sono stati sfoggiati con successo da molte pin up. La caratteristica di questa sofisticata e sensuale acconciatura sono dunque delle onde definite e morbide, oppure un look più grintoso con ricci sparsi e vaporosi. L’hairstyling guarda molto anche agli anni ’60, che restano un punto di riferimento costante per la moda. Tra le pettinature protagoniste di revival acclamati ci sono la mezza coda gonfia da ottenere semplicemente cotonando la parte superiore della coda per sfoggiare uno styling raffinato e femminile; chi invece punta su un look più chic può optare per un maxi chignon laterale da abbinare a qualche accessorio per capelli fashion; se poi l’occasione è speciale la soluzione può essere il Beehive: un raccolto estremamente elegante, che rende meglio se decorato con un nastro colorato intorno alla testa o da una fascia.

Anche le acconciature retrò ispirate agli anni ‘70 sembrano essere una tendenza molto gettonata. Queste acconciature si basano principalmente sul volume e sui ricci, per proporre un look effetto scompigliato decisamente glamour, a cui si aggiunge anche l’uso frequente di accessori quali: foulard, fasce, cerchietti. La pettinatura must have degli anni ‘70 esibisce dei ricci leggeri e la riga al centro da portare con la fascia. In alternativa per un look più semplice si possono legare indietro le ciocche di capelli sulla fronte e lasciare libero il resto della chioma.

Gallerie Foto