Colorazione capelli estate 2016: la tecnica shibori hair

Caterina Stabile

Colorazione capelli estate 2016: la tecnica shibori hair

Le tinte pastello dettano moda nel corso della stagione calda 2016 suggerendo delle chiome fiabesche o da personaggi manga aprendosi verso diverse tinte pastello, sorbetto, fluo oppure a delle combinazioni arcobaleno.

Shibori hair 2016 Nuova tecnica di colorazione capelli

Dopo aver visto i tanti colori proposti dagli specialisti dell’hair color che hanno suggerito delle soluzioni estrose oppure più girly adesso tocca a delle innovative tecniche di colorazione che hanno modo di superare i limiti geografici servendosi delle piattaforme social che annullano le distanze fisiche veicolando i trend in rapido tempo.

Tra le più interessanti tecniche di colorazione si sente parlare degli shibori hair con cui è possibile tingere le ciocche riproponendo una trama che ricorda i pattern degli antichi tessuti giapponesi.

Questo creativo trend è stato presentato in esclusiva assoluta da Tanya Ramirez, una popolare hairstylist di Hollywood che ha mostrato come riprodurre la stampa orientale sulla chioma dando forma a delle sfumature effetto decorativo.

Shibori hair color estate 2016

Con la tecnica shibori hair i capelli vengono dipinti in maniera texturizzata ricreando la tradizionale tecnica orientale con cui si coloravano le stoffe ed i diversi tessuti nell’antico Giappone proponendo un effetto delavé, sulle ciocche si ottengono delle schiariture accompagnate da caratteristiche sfumature di colore utilizzando un unico tono. Il risultato finale ottenuto con questa tecnica di colore distende sui capelli degli inserti di colore che danno l’idea di macchie dalla morfologia ben delimitata, la texture si crea impermealizzando le ciocche in pellicole oscuranti ed il prodotto per la schiaritura viene applicato con un pennello poroso. Per realizzare questa eleborata tecnica hair color è bene affidarsi alle mani di un parrucchiere esperto dal momento che si tratta di una procedura alquanto lunga e che deve essere eseguita con particolare attenzione trattando le ciocche una alla volta. Sbarcata in Occidente questa moda dal sapore orientale richiede una personalità eccentrica pronta a sperimentare sulla propria capigliatura, che deve essere rigorosamente lunga per valorizzare al meglio l’effetto delavè, una vera e propria immersione in un bagno di tintura che garantsce una marcata schiaritura percorsa da addensamenti di colore più scuro.

Gallerie Foto