5 alimenti antiossidanti che non puoi non mangiare quotidianamente

Clarissa Cusimano

Lo scorrere del tempo, lo stress e gli impegni quotidiani accelerano il nostro invecchiamento cellulare, per questo è bene che ti informi su quali siano i 5 alimenti antiossidanti che non puoi non mangiare quotidianamente.

I radicali liberi sono i nemici della pelle e dell’organismo, per questo motivo dobbiamo sempre preparare piatti precisi e ingerire alimenti naturali che abbiano la funzione di antiossidante.

alimenti antiossidanti1) Le spezie: Aggiungere le spezie, durante la preparazione di tutti i nostri piatti, sia a pranzo che a cena, non solo ne migliora il gusto un po’ scialbo, ma addirittura moltiplica il potere antiossidante dei cibi. Quelle che devi favorire sono sicuramente lo zenzero, la curcuma, il timo, la salvia, il rosmarino e l’origano.

2) I legumi: Questi alimenti vanno ingeriti con tutta la buccia, ricchissima di polifenoli antiossidanti, di saponine e di fitati anti -cancro. Tra tutti i legumi, i fagioli bianchi, neri e rossi sono i migliori da mangiare: Vanno cucinati ben cotti per evitare orrendi mal di stomaco.

3) I cereali integrali: Tra i più potenti antiossidanti esistenti, i cereali integrali possono essere utilizzati per cucinare pasta, pizza, pane, torte, biscotti e riso. Ricchi di vitamina E, di vitamine del complesso B, di carotenoidi, di zinco, di rame, di selenio e di altri oligominerali, sono in grado di distruggere radicali liberi 50 volte di più rispetto alle vitamine C ed E da sole.

4) La frutta: La frutta è uno dei principali antiossidanti naturali esistenti. Va consumata sia matura che leggermente acerba. Tra i principali alimenti vi sono le arance, le albicocche, il pompelmo, i mandarini, le more, i mirtilli, l’uva nera, le prugne nere, le fragole, le ciliegie, le pesche a polpa gialla, l’ananas, i kiwi e i cachi.

5) La verdura: Anche le verdure sono ottimi antiossidanti. Tra questi l’aglio, la cipolla, i peperoni rossi e gialli, il cavolo rosso, le carote di colore arancione scuro, la zucca gialla, il pomodoro rosso fuoco e la barbabietola rossa.