Natale 2015-2016: Galateo a tavola. Come mangiare alcuni cibi

Valeria Iavarone

Natale 2015-2016: Galateo a tavola. Come mangiare alcuni cibi

Il galateo impone regole ben precise sul come mangiare alcuni cibi, che specie durante le feste di Natale sarebbe opportuno mettere in atto, prima che una vocina interna ci avvisi che è in arrivo una gaffe.

Vediamo insieme come mangiare alcuni dei piatti principali delle festività Natalizie:
  • Gli asparagi: andrebbero presi con un’apposta molletta. Se questa non è presente, non si prendono con le dita, si taglia invece il gambo col coltello o con la forchetta e si raccoglie con questa la parte verde del gambo, aiutandosi con un pezzettino di pane
  • I carciofi: i carciofi vanno mangiati con le mani staccando con le dita foglia a foglia e bagnando l’estremità nel sugo. Arrivati al cuore si elimina la peluria con forchetta e coltello e si taglia in diverse parti
  • Il pesce: se questo è servito intero, deve essere privato di testa e coda, e poi tagliato longitudinalmente. Si mangia prima un filetto, dopoché si scosta la lisca e si mangia l’altro filetto. Lisca, coda e testa vanno messi in disparte nel piatto
  • Le ostriche: questo frutto afrodisiaco richiede un’apposita posta. Dopo aver spruzzato il limone, prendete le ostriche con la mano sinistra e con la destra utilizzate la forchetta per staccarle dal guscio
  • Caviale e paté: entrambi si mangiano sui crostini i quali si perdono con le mani
  • Tartine e sandwich: anch’essi si mangiano con le mani
  • Le olive: se parliamo di olive come quelle dell’antipasto o dell’aperitivo vanno prese con le dita e mangiate intere. Il nocciolo poi sarà raccolto nella mano e posto nel piatto o nelle ciotoline apposite. Nel caso in cui siano ripiene, si utilizza la forchetta
  • I dolci: vanno mangiati con forchetta e coltello da dolce. Nel caso delle creme si utilizza il cucchiaino.