Le regole d’oro per non sbagliare gli auguri di Natale

Valeria Iavarone

Le regole d’oro per non sbagliare gli auguri di Natale

Natale è alle porte, si vanno a fare i regali, si pensa al cenone e agli invitati però spesso ci si dimentica degli auguri. Con la vita frenetica in cui ci ritroviamo, ci si accontenta di un banalissimo sms o email in cui si augura buon Natale con una frase fatta o copiata da qualche autore famoso.

Ma dimentichiamo che spedire gli auguri di natale per il galateo è fondamentale.

 

 

È vero che ormai carta e penna non sono più utilizzati, siamo nel terzo millennio e la tecnologia fa da padrone, ma questa tradizione voluta e consolidata negli anni andrebbe mantenuta almeno tra amici e parenti più stretti, proprio come simbolo di affetto, specialmente tra chi non si scambia i regali. Ecco a voi una lista di cose da fare e cose da non fare assolutamente per seguire le regole ufficiali del bon ton delle festività natalizie.

Cose da fare:
  • Riprendere l’usanza di scrivere i biglietti d’auguri a mano su carta e di proprio pugno
  • Acquistare dei biglietti adatti al formato della busta per le spedizioni (si parliamo proprio delle buste da lettere che spedirete tramite posta!)
  • Dedicare un po’ di tempo nella scrittura del massaggio, in fondo la sappiamo tutti, la fretta è cattiva consigliera
  • Personalizzare il messaggio in base alla persona. Non scrivete la stessa frase per tutti, in fondo ogni amico o parante è una cosa a sé
  • Se conosci a fondo la persona a cui scrivi il biglietto, utilizza delle frasi dei suoi autori preferiti
Cose da non fare:
  • Inviare gli auguri tramite sms o e-mail
  • Scrivere sui social network gli auguri
  • Utilizzare lo stesso messaggio per tutti, magari mostrando anche i restanti destinatari
  • Non rivangare attriti passati