Brindisi natalizio: Alcune regole di bon ton

Valeria Iavarone

Brindisi natalizio: Alcune regole di bon ton

Sicuramente durante le feste di Natale e Capodanno capiterà di brindare a tavola con amici e parenti. Il brindisi, infatti, è sinonimo di buon augurio, in particolare per l’arrivo dell’anno nuovo.

In queste occasioni anche chi non è abituato a bere durante i pasti, farà uno strappo alla regola e si concederà qualche bicchiere.

Il brindisi deve farlo il padrone di casa.

  • Se si tratta di una compagnia informale, potete restare seduti e alzare semplicemente il bicchiere.
  • Nel caso in cui vi troviate a una cena o pranzo formale è bene alzarsi. In tal caso il padrone di casa reciterà un breve discorso per ringraziare tutti della presenza.
  • Nel caso ci sia un’ospite d’onore, il brindisi sarà rivolto a essa.
  • Per ringraziare a metà cena o alla fine un invitato ringrazierà con un altro brindisi della piacevole serata passata.

Galateo per il brindisi di fine anno

Ovviamente non servono regole di bon ton per sapere che durante un pranzo o una cena non bisogna ubriacarsi, che sia Natale o capodanno. Parliamo si semplici regole comportamentali e dell’essere rispettosi nei confronti degli altri. Mica vorrete rovinare dei giorni così belli e allegri con scenate o comportamenti fastidiosi e imbarazzanti? Ognuno conosce i propri limiti e sa quand’è il momento di smettere.

Ai padroni di casa ricorderemo che…

Da bravi padroni di casa, nel momento in cui vi accorgete che un invitato ha alzato un po’ il tono con gli alcolici, mettete a sua disposizione il bagno e nel caso sia necessario una camera da letto dove poter riposare. Vien logico da dire che non può tornare a casa da solo, se necessario sarete voi a riaccompagnarlo a casa. Anche se siete in compagnia di altri ospiti cercate di non mettere in primo piano l’accaduto e non scaricate il compito di accompagnarlo a casa ad altri.