Unghie di ispirazione giapponese: la tecnica p-shine

Caterina Stabile

Unghie di ispirazione giapponese: la tecnica p-shine

Il recente interesse verso l beauty routine delle donne orientali porta a scoprire delle pratiche particolarmente interessanti da poter mettere in pratica beneficiando di sorprendenti risultati, dopo aver scoperto i rituali di bellezza, le tecniche di maquillage e di trucco delle donne giapponesi tocca adesso scoprire i tratti caratteristici della manicure giapponese anche detta p-shine.

Tecnica p-shine manicure giapponese

In tutto il Giappone è nota la fama delle manicuriste che operano in veri e propri nail salon dove si prendono cura delle mani delle loro clienti fornendo un trattamento appropriato per diverse problematiche quali unghie che si sfaldano, che si spezzano facilmente e che non crescono.

La tecnica p-shine consente di stimolare la circolazione del sangue nelle punte delle dita, ripristinando così il rosa naturale del letto ungueale, la manicure giapponese rende inoltre le unghie più forti attraverso un’azione nutriente che agisce in profondità consentendo una crescita più veloce.

Tendenza unghie 2016: Tecnica p-shine manicure giapponese

Per sfoggiare unghie dall’allure lucido che persiste sulle unghie per più di due settimane, la manicure giapponese deve essere eseguita seguendo dei passaggi precisi ispirati al rituale nail care delle donne giapponesi. La tecnica p-shine ha inizio con il trattamento sulle cuticole che vengono spinte indietro con l’aiuto di un bastoncino d’arancio, a questo punto si può procedere a lucidare l’unghia adoperando delle lime opacizzanti a doppia faccia in questo modo le unghie vengono limate ed opacizzate; a questo punto usando una spatolina si può  trasferire una piccola quantità di pasta specifica della p-shine sull’unghia e con la lima lucidante si deve imprimere l’unghia per renderla lucida, per poi applicare la polvere “polder” con lima lucidante per far penetrare e fissare la cera; l’ultimo step di questo trattamento nail art consiste nell’applicare un olio per cuticole per nutrire l’unghia. Il risultato finale della p-shine garantisce una lucentezza sofisticata paragonabile all’aspetto ottenuto dopo aver applicato uno smalto top coat effetto gel, per cui le unghie appaiono visibilmente rimpolpate. Dopo il trattamento p-shine le donne giapponesi danno sfogo alla loro creatività puntando su una nail art dallo stile barocco grazie all’applicazione di perle e Swarovsky su unghie che sfumano in colori pastello, le donne giapponesi amano anche la french manicure inversa con decorazione a metà dell’unghia con base in gel.