Make up: gli errori da evitare per un trucco perfetto

Caterina Stabile

Make up: gli errori da evitare per un trucco perfettoMake up: gli errori da evitare per un trucco perfetto. Per un trucco perfetto è essenziale non commettere alcuni errori che spesso rendono inappropriato il proprio make up. Se il make up può fare miracoli e rendere più belle, a volte, può peggiorare l’aspetto rendendolo innaturale e troppo appariscente. La prima regola per un corretto make up è: “un buon trucco c’è ma non si vede”.

Esagerare con il trucco viso durante il giorno non lasciando respirare i pori della pelle è uno sbaglio da non commettere. Per un trucco impeccabile bisogna fare molta attenzione alle sopracciglia: non devono essere troppo definite, soprattutto all’attaccatura vicino al naso, in quanto disegneranno uno sguardo duro e non molto naturale. Si consiglia quindi di tenerle leggere e arrotondate, l’attaccatura deve risultare morbida, in modo da addolcire lo sguardo e regalare un’espressione più distesa. Meglio curare l’arco, che deve essere invece ben delineato e ripulito da eventuali peletti fuori posto.

Tra gli errori più frequenti da evitare c’è quello di sottolineare con la matita la parte inferiore dell’occhio. Per quanto riguarda gli occhi spesso si cerca di correggere o addirittura cambiare la propria forma di occhi realizzando un trucco con matita occhi ed eyeliner: il risultato sono delle righe troppo marcate e definite, che rendono lo sguardo pesante. Invece, sarebbe meglio preferire colori sfumati e soffici; mentre l’ombretto deve essere attaccato lungo la linea delle ciglia, sia superiori che inferiori e fare in modo che le tonalità scelte si fondano tra di loro.

L’errore che spesso commettono in molte è quello di contornare il volto con una terra abbronzante eccessivamente scura o non sfumata nel modo giusto. Un errore che la luce del giorno mette sempre in evidenza. La soluzione per realizzare un buon contouring consiste nell’uso di una terra leggermente più scura della propria carnagione. Bisogna scegliere una terra opaca, quelle troppo perlate, infatti, non sono adatte a questo scopo. La terra va applicata sia sotto gli zigomi che sotto il mento per definire i lineamenti e ed attenuare un eventuale doppio mento o cedimento di tessuti.

Chi usa il fondotinta dovrà optare per la tonalità più simile al colore della carnagione e applicarlo con cura, per evitare l’ effetto-cerone; mai dimenticarsi che anche il collo deve essere dello stesso colore del viso.
Quando si applica il fard non bisogna esagerare, meglio applicarlo nella zona giusta e soprattutto sfumando accuratamente sul viso. Quindi è preferibile utilizzare poco prodotto alla volta per ottenere una sfumatura migliore, fermandosi quando si sarà ottenuta l’intensità di colore giusta. Infine, bisogna fare attenzione al colore del fard: chi ha la pelle chiara dovrà usare un tono pastello od ocra, se la carnagione è scura o abbronzata si potrà osare un po’ con colori più accesi.

Inoltre bisogna scegliere se mettere in risalto una bocca rosso fuoco oppure uno sguardo tenebroso, la regola è tassativa, anche per la sera o l’una o l’altro. Non bisogna delimitare a tutti i costi le labbra con la matita: il rischio è di ottenere un effetto troppo pronunciato se non volgare, soprattutto se il colore della matita non è identico a quello del rossetto. Per andare sul sicuro, oltre ai bordi è meglio colorate anche il resto delle labbra con la matita.

Per un make up corretto e perfetto comunque è meglio crearsi uno stile personale che si adatti al proprio viso ed ignorare le mode passeggere, evitando toni troppo marcati e colori eccessivi.

Gallerie Foto