Make up giapponese: trucco da geisha

Caterina Stabile

Make up giapponese: trucco da geisha, Trucco orientale

Dopo la tendenza hairstyling della frangia lunga e piena lunga fino agli occhi in perfetto stile giappo anche il make up si lascia influenzare dal lontano Oriente traendo ispirazione dallo stile giapponese delle geishe.

Chi vuole sfoggiare un beauty look femminile ed ammaliante che punta su un aspetto seducente ed allo stesso tempo ammantato dalla ritrosia, un carattere tipico dell’arte amatoria di cui sono cultrici nella tradizione giapponese le geishe che puntano su un seducente trucco occhi che valorizza la loro ammaliante forma a mandorla.

Per uno sguardo charmante e penetrante bisogna partire però da un maquillage impeccabile e dall’effetto porcellana che permette di mettere in risalto gli occhi da cerbiatta e delle labbra turgide laccate di tinte rosate o rosse.

Partendo dunque dall’incarnato è opportuno aver cura nel realizzare un aspetto diafano, optando per un fondotinta liquido dalla lunga durata di un tono più chiaro rispetto al proprio colore della cute, cercando di realizzare una base dalla coprenza ottimale, a questo punto si può  utilizzare la cipria per definire le piccole sbavature e poi soffermarsi sulle guance per realizzare un discreto ma evidente effetto bonne mine che conferisce un aspetto salutare ed elegante. Si possono seguire diverse interpretazioni per poter realizzare un make up in stile giapponese spaziando tra look basic a delle soluzioni più estrose caratterizzate da una palette decisamente vivace.

 

 

Come valorizzare labbra e occhi

Il trucco giapponese enfatizza principalmente le labbra e gli occhi per render ancora più intriganti gli occhi a mandorla, scegliendo un contorno capace di rendere più affusolata la forma a mandorla utilizzando l’eyeliner o la matita puntando sul total black, realizzando quindi un suggestivo cat eye che delinea l’arcata ciliare superiore in maniera leggera ma la linea poi si fa più spessa nella zona dell’angolo esterno dell’occhio terminando con una virgola puntata verso il basso; si può poi passare all’ombretto che deve sfumare su delle tinte girly e vistose sui toni dell’azzurro, del rosso, del fucsia, del magenta. Il trucco orientale valorizza anche le labbra che devono essere prima sfumate con una passata di correttore, un piccolo trucco che permette di prolungare la durata del rossetto da applicare con un pennellino  scegliendo una nuance laccata sui toni del rosso intenso, potendo optare per le gradazioni del corallo, dell’arancio, del bordeaux.

Gallerie Foto