Fondotinta cushion perché usarlo in estate

Caterina Stabile

 

Fondotinta cushion perché usarlo in estate

Le principali tendenze make up suggerite dagli specialisti del settore per l’estate 2016 focalizzano l’attenzione sul maquillage che deve risultare leggero, ben idratato e levigato da ottenere con prodotti innovativi oppure con delle tecniche di trucco moderne.

Fondotinta cushion per l'estate

Il mondo beauty ha accolto negli ultimi anni i prodotti warerbase con grande consenso a partire dai fondotinta cushion che consentono di ottenere un risultato performante avendo a disposizione una consistenza altamente sfumabile ed una texture impalpabile. Queste formulazioni moderne di fondotinta prevedono come componente principale l’acqua a cui si aggiungono anche degli oli nutrienti di origine naturale, disponibili in kit inconsueti visto che la loro applicazione richiede l’uso di contagocce e pipette. Si parla nella specifico di fondotinta dalla tecnologia cushion in quanto il prodotto viene dosato mediante una spugnetta imbevuta per una distribuzione uniforme sul viso dall’allure sofisticato e sano. Soprattutto durante la stagione calda questi prodotti dalla tecnologia waterbase offrono un allure radioso e fresco sfruttando un’alta sfumabilità ed una consistenza leggera che regala una coprenza ottimale, visto che il prodotto viene facilmente assorbito dalla pelle del viso senza lasciare alcuna traccia. Dal punto di vista pratico va detto che si tratta di prodotti alquanto funzionali da adoperare per il proprio beauty look, i fondotinta cushion sono comodi da portare in borsa garantendo in pochi secondi un aspetto impeccabile ricreando un effetto naturale di pelle sana e libera da stratificazioni di trucco che finiscono per intasare i pori del viso.

Fondotinta cushion da usare per l'estate

La scelta del prodotto che meglio si adatta alla propria pelle va fatta con attenzione visto che ogni fondotinta in forma liquida è dotato di una sua specifica coprenza a cui si associa una precisa finitura, delle caratteristiche che vengono modulate dalle diverse modalità di applicazione e dal packaging del prodotto, ossia la spugnetta oppure il pad per l’applicazione che in base alla consistenza possono modificare non solo il prelievo del prodotto ma anche la stesura sul viso.