Trattamenti di bellezza viso: Maschera di ferro quali effetti offre

Caterina Stabile

Trattamenti di bellezza viso: Maschera di ferro quali effetti offre

Prendersi cura della propria bellezza è diventata una vera è propria missione per le donne che si rispondono sempre con entusiasmo quando si tratta di testare nuovi trattamenti e prodotti beauty capaci di garantire degli effetti positivi sulla pelle, tra le nuove idee wellness si sente parlare diffusamente di maschera di ferro che si toglie con un magnete.

Maschera magnetica per la cura del viso

Questo trattamento beauty è l’ideale per dare alla pelle un aspetto più giovane e  garantire un’azione revitalizzante, si tratta nello specifico di una maschera a base di polvere di ferro e polvere di tormalina nera micronizzata che viene attivata da particelle magnetiche che provocano delle interazioni elettromagnetiche che vanno a loro volta a stimolare il processo di riparazione della pelle, offrendo al viso una pulizia profonda. Il trattamento da applicare sul viso, dopo aver deterso il viso con  una soluzione specifica, si compone di particelle ferrose di forma ovale in grado di penetrare lo strato cutaneo superficiale e poi raggiungere i tessuti in profondità. Per favorire una maggiore azione è bene applicare la maschera con un massaggio prolungato che agevola l’applicazione del prodotto, in genere dopo aver terminato la stesura non sono previsti tempi di posa prolungati, ma si può procedere con la rimozione della maschera. Per poter rimuovere la maschera a base di particelle di ferro si deve utilizzare uno specifico manipolo magnetico in grado di attrarre le particelle di ferro che funge da calamita che va a rimuovere allo stesso tempo le impurità che finiscono per essere intrappolate. Va precisato che questa maschera produce una sorta di campo magnetico che esercita un’azione ionoforetica, che determina un effetto rilassante e quindi va a distendere le rughe; di fatto le particelle ferrose generano un leggero massaggio delle pareti dei capillari, riattivando così la circolazione sanguigna superficiale che come conseguenza diretta dona alla pelle un maggiore turgore tissutale.