Trattamenti anti-age: I benefici della ginnastica facciale

Caterina Stabile

Trattamenti anti-age: I benefici della ginnastica facciale

Prima di ricorrere a prodotti e trattamenti anti-age è possibile contrastare l’azione del tempo che porta alla formazione delle rughe, pur accettando che le rughe di espressione sono inevitabili con il passare del tempo.

Ginnastica facciale anti-age

Per rallentare l’invecchiamento della pelle e la comparsa delle rughe è necessario prendersi cura del viso attraverso la ginnastica facciale che prevede di eseguire degli esercizi ad hoc che vanno a stimolare specifici muscoli facciali che vengono così sottoposti ad un’azione tonificante, si tratta di esercizi che permettono di modellare in modo naturale il viso, restituendo tonicità ed elasticità alla pelle. Con una certa costanza nel giro di qualche mese è possibile rilevare i primi risultati che si traducono in una pelle più compatta e radiosa, dall’aspetto più fresco garantito dalla stimolazione della microcircolazione e dall’azione tonificante sui muscoli.

Nella beauty routine di una donna bisogna inserire la ginnastica facciale, basta ritagliarsi almeno 10-15 minuti al giorno da dedicare a questo tipo di esercizi che coinvolgono la maggior parte dei muscoli facciali e del collo.

Tra le zone più critiche non bisogna trascurare gli occhi, dove si formano le zampe di gallina, tra  gli esercizi consigliati ci sono dei semplici movimenti che si possono eseguire anche ogni giorno, basta tenere gli occhi chiusi ed appoggiare gli indici al centro delle palpebre superiori ed i pollici al centro di quelle inferiori si prosegue poi aprendo gli occhi mentre si esercita una leggera resistenza con le dita, si raccomanda si ripetere questo esercizio per 30 secondi; il secondo esercizio consiste nello sbattere le palpebre di un occhio, mentre l’altro deve rimanere aperto, anche in questo caso si può ripetere questo gesto 30 secondi per ogni occhio.

Trattamenti anti-age viso

Altre aree del viso critiche sono rappresentate dalla fronte e dalle palpebre, per contrastare la formazione delle rughe si deve corrugare la fronte, contraendo i muscoli per circa 10 secondi e poi rilassare i muscoli si procede alzando le sopracciglia e spalancando gli occhi. Per tonificare gli zigomi, si possono eseguire semplici esercizi che consistono nell’emettere alcuni suoni, come ad esempio far assumere alla bocca la posizione tipica che si assume quando si pronuncia una O ed una A, inoltre si possono protendere le labbra simulando un bacio.