Come depilarsi le sopracciglie

Mariella D'Ippolito
Come-depilarsi-le-sopracciglie

Come depilarsi le sopracciglie

Come depilarsi le sopracciglie. Se le regole di depilazione delle sopracciglia sono valide per ciascuna donna, la forma da dare ad esse varia in base alla forma del viso. Esse devono partire dalla linea del naso ed andare oltre, senza lasciare spazi vuoti.  Vanno infatti prima pettinate con l’ apposito pettinino, quindi si procederà eliminando solo i peli superflui, ossia quelli che non permettono un’ arcata pulita. Terminata questa operazione si ripettinano e, se si notano degli spazi vuoti si possono riempire con una matita per sopracciglie di un colore molto simile alle proprie. Ma vediamo come procedere:

-Il momento ideale per la depilazione delle sopracciglie, e non solo,  è quello dopo   la doccia, in quanto il calore dilata i pori, e i peli verranno via più facilmente.
-Lo spazio ideale tra le due sopracciglie sarebbe di circa un centimetro e mezzo, per non far spiccare eccessivamente il naso.

-E’ preferibile eliminare solo i peli dell’ arcata inferiore,  il risultato sarà più naturale ed armonioso.

-Il pelo va strappato nel senso della crescita con un movimento netto e deciso, posizionando la pinzetta il più vicino possibile alla base, per evitare di spezzarlo.

-Per una simmetria corretta è bene alternare l’ operazione. Ricordate, inoltre che le sopracciglie hanno una forma di base e un senso di crescita che non può essere modificato. Devono essere tuttavia depilate secondo una linea più spessa vicino al naso e progressivamente più sottile.

Depilarsi-le-sopracciglie

Depilarsi le sopracciglie

-Il segreto per capire quale sia la forma perfetta per le sopracciglia è prendere una matita e posizionarla in tre punti che ne determineranno l’inizio, l’arco e la parte finale.
Posizionate la matita dritta lungo il naso per prendere il primo punto, poi spostatevi leggermente guardando dritto e allineatela con la pupilla per capire dove dovrà essere l’arco, infine spostatela verso l’angolo esterno dell’occhio per determinarne la fine.