3 esercizi efficaci per ridurre cellulite e ritenzione idrica

Clarissa Cusimano

Cellulite e ritenzione idrica sono le principali avversarie delle donne che superano i 20 anni. La pelle perde elasticità, i liquidi si accumulano e con loro il tessuto adiposo che diventa sempre più difficile da eliminare. Per questa ragione oggi abbiamo deciso di mostrarvi 3 esercizi efficaci per ridurre cellulite e ritenzione idrica.

Bere molta acqua ed evitare di ingerire cibi spazzatura e sostanze dannose, come il fumo, sono i primi passi necessari a contrastare la cellulite e la ritenzione idrica. Nella maggior parte dei casi, però, c’è bisogno di un rimedio più efficace per contrastare tali inestetismi.

cellulite ritenzione idrica

1) Sprint in salita: La maggior parte delle persone crede che la corsa possa in qualche modo ridurre la cellulite e la ritenzione idrica, in quanto stimola la circolazione del sangue. In realtà correre lentamente e per molto tempo può risultare efficace per la perdita di peso, ma assolutamente inefficace per il rassodamento della pelle e per la diminuzione della cellulite. Questo perché l’acido lattico è diretto nemico della circolazione sanguigna. Inoltre, il contatto dei piedi, che sbattono contro il terreno durante la corsa, può causare la rottura della membrana cellulare. Lo Sprint in salita, invece, si presta efficacemente come pratica per contrastare questo inestetismo, in quanto non causa rotture cellulari e consente alla pelle e ai muscoli di rassodarsi.

2) Salti con la corda: Bastano 10 minuti di salto con la corda ogni giorno per contrastare cellulite e ritenzione idrica. La perdita di peso riscontrata in coloro che praticano questa attività è pari a quella ottenuta da chi fa jogging ogni giorno per 30 minuti. Sicuramente più divertente, il salto con la corda è un ottimo rimedio per rassodare i glutei e le cosce.

3) Gli affondi e gli altri esercizi al corpo libero: Le palestre si ostinano a cercare di convincerci che step e cyclette siano davvero utili a contrastare questi inestetismi: in realtà sarebbero molto più validi e mirati alcuni esercizi al corpo libero come gli affondi. La cyclette, ad esempio, utile per le gambe, non lo è allo stesso modo per i glutei, costantemente rilassati e “schiacciati” sul sellino, che rischia di bloccare la circolazione peggiorando l’inestetismo. Con affondi e altri esercizi di corpo libero come gli slanci, è possibile rassodare le gambe, le cosce e i glutei in maniera davvero efficace e in poco tempo.